Cosa fare? Quali sono le cure per l’artrosi della mano? 2018

Posted on

Ben 199 milioni si spendono solo per i fanghi e i bagni termali che, tra le varie indicazioni, comprendono anche alcune patologie reumatiche.

I numeri della medicina termale in Italia sono stati segnalati a Roma in occasione dell’incontro su “Le terme alleate della ricerca: il ruolo della . In caso di osteoporosi possono giovare le cure idroponiche con acque ricche di calcio che però non sono riconosciute dal Ssn. In entrambi i casi le cure termali vanno viste come un’integrazione alle cure tradizionali, come i farmaci o la fisioterapia – segnala Fraioli -. «In passato si è provato ad utilizzare le cure termali nelle fasi di quiescenza dell’artrite reumatoide, ma i risultati non sono stati eclatanti. E ovviamente il risultato dipende in buona parte anche dalle condizioni generali della persona sottoposta alle cure, perchè contano sia le caratteristiche personali che la base di partenza. Il vantaggio è inoltre che le cure termali non presentano effetti collaterali, anzi se non dovessero funzionare presentano comunque il vantaggio di svolgere un’azione rilassante. La balneoterapia e la fangoterapia con le acque termali di Montepulciano favoriscono un effetto positivo nel decorso di molte malattie reumatiche quali: artrosi, osteoporosi, osteoartrosi, fibromialgie e reumatismi extra-articolari. Infine, anche la riabilitazione nelle piscine termali unisce il vantaggio di una ginnastica in acqua, all’effetto antinfiammatorio dell’acqua termale di Abano e Montegrotto. I dolori articolari sono uno dei sintomi più diffusi delle malattie reumatiche che interessano ormai più di 5 milioni di persone in Italia e che possono essere molto invalidanti.

CURE TERMALI PER LE MALATTIE REUMATICHE

  • fangoterapia
  • e alle terapie inalatorie.

Nell’ambito del protocollo terapeutico per le malattie reumatiche, in associazione alla terapia farmacologica e fisioterapica, un valido aiuto può venire dalle terme.

In particolare, le acque sulfuree salsobromoiodiche (come quelle, per esempio, delle Terme di Sirmione) sono particolarmente indicate nel trattamento delle malattie reumatiche. - - - - - - - - - - - - - - - - TERME EUGANEE Le Terme Euganee sono la più grande stazione termale d’Europa specializzata in fango balneoterapia. Tutti gli  hotel dispongono di reparti cure specializzati, sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.). Le terapie termali inalatorie sono utilizzate e riconosciute scientificamente nella cura delle patologie delle vie respiratorie e nella prevenzione delle riacutizzazioni . Elenco patologie trattabili alle Terme Euganee e relativo ciclo di cura consigliato. Ciclo di cura 12 insufflazioni endotimpatiche e 12 cure inalatorie in 12 sedute Patologie Reumatiche • Osteoartrosi. Fangoterapia e balneoterapia con acque salsobromoiodiche sono efficaci per artrosi, mal di schiena e dolori articolari. Si tratta comunque dei sintomi tra i più diffusi delle malattie reumatiche, che interessano ormai più di 5 milioni di persone in Italia (fonte: ANMAR Italia 2010). Per approfondire meglio l’argomento, ecco le risposte di un esperto: il Dottor Luca Morellini medico idrologo e Direttore Sanitario delle Terme della Fratta.

Cosa fare? Quali sono le cure per l’artrosi della mano?

  • dolore
  • diminuita capacità funzionale dell’articolazione
  • febbre
  • sensazione di malessere generale
  • astenia
  • calo ponderale

Le malattie reumatiche riguardano tutti, giovani o meno, uomini e donne, con ricadute sulla vita sociale e lavorativa non indifferenti.

In particolare tra le patologie degenerative, l’artrosi è fra le malattie croniche più comuni e la causa di disabilità più frequente negli anziani. Le cure termali sono adatte? All’interno del protocollo terapeutico di cure per le malattie reumatiche, in associazione alla terapia farmacologica e fisioterapica un valido aiuto può venire proprio dalle terme. In particolare, le acque salsobromoiodiche come quelle delle Terme della Fratta sono particolarmente indicate nel trattamento delle malattie reumatiche. Luca Morellini, e prosegue, “le cure termali aiutano a prevenire le infiammazioni e a ridurre il numero delle ricadute”. Limitatamente all’apparato locomotore i sintomi dei reumatismi sono: Le cure termali adoperate nel trattamento dei reumatismi sono principlamente la fangoterapia e la balneoterapia. «Le evidenze più solide dell’efficacia dei trattamenti termali nelle affezioni muscolo-scheletriche riguardano artrosi, fibromialgia, spondilite anchilosante e artrite psoriasica. A due passi dal più grande complesso termale europeo, le Terme Euganee, l’ateneo patavino vanta una grande competenza nella ricerca medica e farmacologica legata al termalismo. POTENZIANO L’EFFETTO DEI FARMACI Non bisogna dimenticare che i trattamenti termali non sono sostituitivi ma complementari agli efficacissimi farmaci esistenti per le patologie reumatiche infiammatorie.

Malattie reumatiche: anche le cure termali possono aiutare

  • sovrappeso
  • alimentazione scorretta
  • scarsa attività fisica e vita sedentaria
  • posture scorrette
  • alterazioni metaboliche
  • fattori ereditari
  • carenza di bioflavonoidi
  • infezioni pre-esistenti

«I bagni nell’acqua termale sono molto efficaci nel mantenimento della funzione muscolo scheletrica e nella riabilitazione» spiega il reumatologo.

Ma la forza del volano economico delle terme si è purtroppo ridotta, forse complice la crisi economica internazionale. Le cure consigliate sono i bagni termali salsobromoiodici. le disfunzioni della circolazione venosa, i reumatismi e le artrosi, l’uricemia, Le Terme di Casciana sono convenzionate col Servizio Sanitario Nazionale e quindi vi si può accedere con richiesta medica. Puoi consultare e le patologie che possono trovare reale beneficio dalle cure termali e le terapie praticabili. Particolarmente ricco di emozioni e suggestioni è il percorso acquatico di Terme Villa Borri, un fiume termale che corre all’aperto per raggiungere la vecchia fattoria. Le acque delle Terme di Casciana sono particolarmente indicate nella sciatica. FANGO TERMALE Il fango costituisce una risposta valida ed efficace per reumatismi e artrosi. CURE IDROPINICHE Le acque solfato-bicarbonato-calciche trovano utile impiego nelle tossicosi epatiche sia alimentari che da farmaci e nelle discinesie delle vie biliari, questo grazie all’azione epato protettricesvolta dallo ione solfato.

INALAZIONI Con l’aerosol le acque di Terme di Casciana trovano utili applicazioni in tutte

Se volete avere le migliori cure con fango salsobromojodico, allora ciò che dovete fare è rivolgervi ad una delle SPA degli HealtHotel by . mani – piedi GROTTA NATURALE Le malattie reumatiche trovano grande beneficio dalle cure termali: diverse ricerche lo hanno orma i chiarito. di Andrea Porta Dall’osteoartrosi alle altre forme degenerative come l’artrosi e l’osteoporosi, nonché i reumatismi extra-articolari, sono trattabili alle terme. Nelle forme degenerative, come l’osteoartrosi, le terme possono essere utili in qualsiasi momento del loro decorso cronico in quanto i loro effetti, analgesico e miorilassante, risultano particolarmente utili. Ne deriva che le cure termali costituiscono una delle terapie più efficaci e in assoluto più impiegate nel loro trattamento. In ogni caso le cure termali maggiormente impiegate nel trattamento delle malattie reumatiche sono la fangoterapia e la balneoterapia. Come detto, le cure termali possono dare un valido contributo alla soluzione del problema, tuttavia vanno comunque associate alle tradizionali cure farmacologiche e fisioterapiche. MECCANISMI D’AZIONE DELLA CURE TERMALI NELLE MALATTIE REUMATICHE Applicato a temperatura tiepida il Fango terapeutico delle Terme dei Papi conserva un’attività locale vasoattiva capace di contrastare con efficacia la “cellulite” (p.e.f.s.).

mani – piedi Le Terme di Roma sono convenzionate INPS ed ENASARCO.

Per effettuare il ciclo di cure di fangobalneoterapia in convenzione è necessario prenotare almeno due settimane prima dell’inizio delle cure, contattando il Reparto Fanghi: Tel. Le malattie reumatiche sono patologie caratterizzate da infiammazione all’apparato locomotore e ai tessuti di sostegno. Sono malattie tra loro molto varie e possono colpire non solo le articolazioni ma anche ossa, tendini ed altri tessuti ed organi. Nel loro decorso, c’è sicuramente un momento in cui la cura termale per le malattie reumatiche può apportare un reale beneficio. Questo tipo di cure termali richiede un periodo di applicazione sufficientemente lungo (almeno di due settimane) per conseguire risultati concreti e duraturi. Alle Terme di Salsomaggiore è possibile effettuare la cura termale per le malattie reumatiche con personale fisioterapico specializzato. Quali sono allora i benefici delle acque termali, e quali i trattamenti più adatti per determinate patologie? Le malattie riconosciute sono: Le cure termali comprendono i fanghi, le grotte e le acque minerali utilizzati a scopo terapeutico, preventivo e riabilitativo e devono essere prescritte dal medico. Allora ci siamo chiesti: nello specifico, quali sono le cure termali e quali malattie possono risolvere? Le cure termali sono utili per molte malattie croniche e degenerative a carico dei vari apparati. Il metodo utilizzato nelle cure termali è la crenoterapia (dal greco crené, ovvero sorgente) che può essere interna o esterna. Questo metodo, che può essere effettuato anche a domicilio, è particolarmente utile in caso di malattie recidive dell’apparato urinario. Le cure termali con terapia inalatoria agiscono sulle patologie delle alte e basse vie respiratorie e a livello dell’orecchio medio. La crenoterapia esterna, invece, è più diffusa nelle cure termali e si basa sul contatto, l’immersione del corpo, con l’acqua, i fanghi o gli ambienti termali. Quali trattamenti offrono le Terme della Fratta per le patologie reumatiche?